NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

  

1.  Quale è il significato di  range MPPT?

E’ l’intervallo di tensione all’interno del quale l’inverter è in grado di convertire l’energia fino alla massima potenza nominale dichiarata. Al di fuori di tali valori la potenza erogata sarà gradualmente decrescente.

2.  Da quale taglia di impianto fotovoltaico è necessaria l’adozione una protezione di sovratensionee con scaricatori in classe II?

L’adozione di scaricatori di sovratensione in classe II non è obbligatoria e deve essere obbligatoriamente valutata dal progettista dell’impianto seguendo quanto descritto dalla norma CEI 81-10 ed in funzione di:

- zona ceraunica (alto rischio di fulmini) di installazione
- livello di autoprotezione dell’impianto in funzione della sua morfologia
- livello di protezione richiesto dal cliente/assicuratore in funzione del valore economico che si andrà a proteggere

3.  L’inverter può generare rumore fastidioso?

A seconda della tipologia di inverter e a seconda che sia o meno provvisto di ventole, questo può essere più o meno rumoroso. Una minima rumorosità durante l’attività diurna è da tenere comunque in considerazione ed è per questo che ne è sconsigliata l’installazione nelle aree normalmente abitate a vantaggio di installazioni in aree più isolate e non esposte al sole come garage e cantine con temperature non alte. Attenersi alle istruzioni d’installazione dell’inverter per ulteriori dettagli in merito.

 

4.  È necessario un addizionale Sistema di raffreddamento per il mio inverter?

No, i sistemi di raffreddamento previsti a bordo dei nostri inverter sono sufficienti a garantirne il corretto funzionamento. Se però si è consapevoli che le temperature dell’ambiente in cui l’inverter viene installato possono essere veramente alte e non conformi con quanto prescritto sul manuale d’uso, può avere senso installare dei sistemi che favoriscano il ricircolo di aria fresca a patto che questi non alterino la configurazione dell’inverter, andando contro quanto indicato nelle clausole di garanzia.

 

5. Quanto spazio occupa un impianto fotovoltaico?

 

Mediamente 1 kWp occupa circa 7-8 metri quadrati.

 

6.  Cosa significa derating?

Gli inverter fotovoltaici dispongono di un sistema automatico di protezione contro le temperature elevate che protratte nel tempo porterebbero rapidamente l’inverter ad un guasto prematuro.

Se la temperatura ambiente rilevata dagli inverter è superiore a 45°C, gli inverter riducono gradualmente la potenza erogata in rete (1kW/°C) per non alimentare il surriscaldamento fino a non erogare più potenza una volta raggiunto il limite. Questo comportamento prende il nome di derating.

 

7.  Cosa significa grado di protezione IP65?

La protezione IP indica la capacità anti intrusiva che il dispositivo in e offre neo confronti di agenti solidi, polveri o liquidi. Nel caso specifico IP65 indica la capacità di non riuscire a far penetrare nell’inverter polveri (6) e getti d’acqua (5). Per una trattazione specifica rimandiamo alle norme IEC

 

8. Cosa è un RCD e perché è richiesto negli impianti fotovoltaici con inverter TL  

 

L’RCD (residual current detection) è più comunemente noto come interruttore differenziale o salvavita e viene installato per i di sicurezza verso le persone e disconnette l’inverter dalla rete se si ha una condizione di guasto verso terra.

Tipicamente nelle abitazioni viene installato un interruttore differenziale di tipo AC (sensibile alle correnti di guasto alternate) con Idn=30 mA a protezione delle persone contro i contatti indiretti.

In presenza di inverter fotovoltaici, la protezione differenziale da 30 mA non è più sufficiente poiché l’inverter TL, che non ha una resistenza infinita verso terra, immette durante la sua normale attività di conversione una corrente continua verso terra che può raggiungere i 100 mA e che in caso di guasto non è rilevabile dall’interruttore di tipo AC che equipaggia l’abitazione. La norma CEI 64/8 al punto 7 prescrive per gli impianti fotovoltaici con inverter senza separazione galvanica (TL appunto), l’adozione di un interruttore differenziale di tipo B sensibile alle correnti di guasto continue o in alternativa, se le condizioni prescritte lo consentono e gli inverter Omniksol appartengono a tali condizioni, un interruttore differenziale di tipo A sensibile alle correnti di guasto impulsive, che dovrà avere Idn≥100mA per il singolo inverter, o proporzionalmente maggiore nel caso coesistano più inverter sulla stessa fase.

 

9.  L’inverter si disconnette quando le giornate sono molto soleggiate, perché? Cosa posso fare?

 

Questo capita quando l’impedenza del cavo di rete è elevata e neppure l’immissione automatica di potenza reattiva da parte dell’inverter riesce a limitare questo fenomeno. In questi casi la tensione di rete tende ad alzarsi e l’inverter si disconnette per raggiunti limiti. E’ opportuno che il gestore di rete operi affinché la tensione di rete e l’impedenza del cavo siano adeguatamente basse da evitare distacchi dell’inverter. In accordo con l’operatore di rete è in alternativa possibile aumentare la soglia di massima tensione dell’inverter in modo da evitarne il distacco.

 

10.  Il mio inverter Omniksol continua ad effettuare un conto alla rovescia o rimane a “0” sec. e non si connette mai alla rete.

Sono possibili due cause:

 

1 - Una delle stringhe ha un problema di isolamento. Per verificare l’isolamento delle stringhe è opportuno disconnetterle dall’inverter e verificare che la tensione di ogni cavo delle stringhe verso terra tenda a zero abbastanza rapidamente, viceversa se la tensione si manterrà diversa da zero, sarà necessario rilevare ed eliminare il punto dove è localizzata la dispersione verso terra partendo proprio dalla tensione rilevata per capire a che altezza della stringa si è verificata la perdita di isolamento.

2 - Controllare tensione sui morsetti MC4 o eventuali sezionatori presenti sulla rete DC e di aver inserito correttamente la fase

 

11. Perché sul display appare la scritta “INFO ERRORE IMPS”?

 

La scritta “INFO ERRORE IMPS” non è un errore, infatti corrisponde alle tre voci del menu principale, alle quali si accede con l’utilizzo delle frecce e del tasto enter.

Descrizione dei menù:

  • INFO : Tutte le info su tensioni e frequenze, numero di serie dell’inverter, numero di serie datalogger se collegato ecc..
  • ERRORE: Registro degli ultimi 10 errori rilevati dalla macchina.
  • IMPS: Menù impostazioni per cambio lingua, cambio parametri e procedura autotest-f 

 

12. E’ possibile modificare i pametri di tensione e frequenze relativi all’autotest per reti diverse da ENEL?

 

Si, attraverso il display dal menù IMPS/VOLT LIMITS per le tensioni e IMPS/FREQ LIMIT per le frequenze.

 

13.  Perchè il mio inverter Omniksol non comunica più dati al portale di monitoraggio Omnik portal?

 

Controllare che il segnale wifi sia >30% dalla pagina della wifi card e che ci sia l’indirizzo IP dal menu info della macchina.

 

14.  Ho una stringa soltanto, posso connetterla direttamente ad un inverter Omniksol con doppio MPPT?

 

Si, a patto che:

- la sua tensione massima a circuito aperto alla minima temperatura prevista, non superi la massima ammessa (550V)

- la stringa venga connessa ad entrambi gli inseguitori per mezzo di una connessione ad Y o un quadretto di smistamento della stringa.

 

15.  Quando subentra anche una piccola ombra sui pannelli, l’inverter riduce drasticamente la potenza erogata. Cosa posso fare?

 

L’inverter si aggancia un punto MPPT errato, è opportuno eliminare l’ombra, comunque la produzione viene ristabilita in automatico una volta eliminata la zona d’ombra.

 

16.   Enel non può allacciare l’impianto perché manca un vostro documento (autocertificazione e/o certificazione e/o ispezione di fabbrica)

Provare a verificare se quanto richiesto sia disponibile nell’area download italiana del www.omniksolar.it

 

17.  L’inverter Omniksol appena installato non si avvia, il display risulta spento

Il display della macchina e tutta la parte logica funzionano con corrente alternata, quindi controllare il connettore od eventuali sezionatori o magnetotermici presenti sulla linea.

 

18.   Come fare per iscrivere il mio inverter al portale di monitoraggio Omnikportal?

Dalla pagina web www.omnikportal.com/ è sufficiente premere il tasto azzurro in basso a destra REGISTER NOW e seguire le istruzioni. L’inverter deve essere connesso al router di casa tramite  WiFi card o wifi kit (opzionali) si raccomanda di prendere nota del numero di serie.

 

19.   Perché durante la procedura di autotest mi appare Autotest Fail o E14?

Il fallimento della procedura di autotest può derivare da diversi fattori, come lo scarso irraggiamento o la mancata o non corretta connessione DC. Più comunemente deriva da una errata procedura di avvio che non rispetta i tempi tecnici per un corretto svolgimento del test, infatti si consiglia di attendere prima dell’operazione oltre ai 300 secondi previsti dalla CEI 0-21 un tempo medio di produzione che va dai 15-20 min.

Se il problema sussiste contattare l’assistenza con l’apposito Form On-line.

 

20.  Vorrei  aggiornare il  firmware del mio inverter all’ultima versione

Compilare l’apposito Form presente On-line, indicando modello, numero di serie e firmware attualmente installati, riceverete la procedura ed i file di aggiornamento.